Advertisement

Casellario dell’Assistenza:

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 57 del 10 marzo 2015 il Decreto Interministeriale 16 dicembre 2014 n. 206 del Ministero del Lavoro di concerto con il Ministero dell’Economia, di attuazione del c.d. Casellario dell’Assistenza, la banca dati che permetterà di costruire una sorta di “cartella sociale” del cittadino, raccogliendo le informazioni su tutte le prestazioni sociali che gli vengono concesse da INPS, Comuni, Regioni, nonché quelle erogate attraverso il canale fiscale.

Il suddetto Decreto è infatti definito come “Regolamento recante modalità attuative del Casellario dell’Assistenza, a norma dell’articolo 13 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122”.

In particolare con tale Decreto “si definiscono le caratteristiche del casellario dell’assistenza, di cui all’articolo 13 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, quale strumento di raccolta delle informazioni sui beneficiari e sulle prestazioni sociali loro erogate, al fine di migliorare il monitoraggio, la programmazione e la gestione delle politiche sociali. Tali informazioni contribuiscono ad assicurare una compiuta conoscenza dei bisogni sociali e del sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali e costituiscono, secondo le modalità di cui all’articolo 6, parte della base conoscitiva del sistema informativo dei servizi sociali, ai sensi dell’articolo 21, comma 1, della legge 8 novembre 2000, n. 328 ”. Inoltre il casellario “acquisisce altresì le informazioni sulle altre prestazioni sociali, la cui erogazione non è condizionata alla verifica della situazione economica dei beneficiari”.

Advertisement

Il Casellario sarà istituito presso l’INPS e costituirà l’anagrafe generale delle posizioni assistenziali con compiti di raccolta, conservazione e gestione dei dati relativi alle caratteristiche delle prestazioni sociali erogate, nonché di tutte le informazioni utili alla presa in carico dei soggetti aventi titolo alle medesime prestazioni, incluse le informazioni sulle caratteristiche personali e familiari e sulla valutazione del bisogno.

Il suddetto D.I. n. 206/2014 entrerà in vigore il prossimo 25 marzo 2015.

(Fonte: Gazzetta Ufficiale)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement