Advertisement

Estensione CIGS e CIGO all’apprendistato professionalizzante:

L’INPS, con il Messaggio n. 24 del 2016, sulla estensione CIGS e CIGO all’apprendistato professionalizzante, ha fornito informazioni sui profili contributivi connessi alla estensione della cassa integrazione agli apprendisti con contratto di tipo professionalizzante.

Al riguardo si legge quanto segue nel Messaggio n. 24/2015.

  1. Premessa.

Con circolare n. 197 del 2 dicembre 2015 è stata illustrata la nuova disciplina in materia di integrazioni salariali, derivante dal riordino degli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro operato dal D.lgs. 148/2015.

Nel rinviare alla citata circolare per tutti gli aspetti di carattere normativo, con il presente messaggio si illustrano i profili contributivi connessi alle nuove misure di finanziamento della cassa integrazione, con particolare riferimento a quelli relativi agli apprendisti con contratto di tipo professionalizzante.

Advertisement

Per quanto concerne la regolamentazione degli adempimenti connessi al versamento del contributo addizionale, il nuovo regime introdotto dal D.lgs. n. 148/2015, comporta, come è noto, interventi di particolare rilevanza sull’assetto del sistema di dichiarazione contributiva UniEmens. In relazione ai predetti profili di complessità ed allo scopo di ridurre l’impatto sui sistemi di rilevazione e contabilizzazione delle aziende, dei necessari adeguamenti, saranno successivamente emanate specifiche istruzioni finalizzate a favorire la corretta gestione degli adempimenti informativi e contributivi.

  1. Aspetti contributivi della CIGO.

Il D.lgs. 148/2015 modifica l’impianto contributivo in materia di cassa integrazione ordinaria, sia con riguardo alla misura di finanziamento mensile, che con riferimento al contributo addizionale dovuto in relazione alla prestazione fruita.

Per quanto attiene al primo aspetto, va osservato che l’articolo 13 del decreto di riordino, attuando uno dei principi postulati nella legge delega n. 183/2014 (Jobs act), riduce gli oneri contributivi ordinari della cassa e rimodula le aliquote contributive per Cigo tra i vari settori, definendoli secondo le misure che seguono.

Destinatari

Aliquota

Industria in genere fino a 50 dipendenti

1,70%

Industria in genere oltre 50 dipendenti

2,00%

Industria e artigianato edile – Operai

4,70%

Industria e artigianato lapideo – Operai

3,30%

Industria e artigianato edile e lapideo fino a 50 dipendenti – Impiegati/Quadri

1,70%

Industria e artigianato edile e lapideo oltre 50 dipendenti – Impiegati/Quadri

2,00%

Si rinvia per il resto delle informazioni al testo del Messaggio n. 24 consultabile con un clik sul link.

(Fonte: INPS)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement