Advertisement

Incentivi a fondo perduto sicurezza imprese:

L’INAIL ha reso noto che sono ben 267 i milioni di euro di incentivi a fondo perduto messi a disposizione delle imprese con il bando Isi 2014 (reperibile sul sito istituzionale dell’Istituto). È quanto dichiarato dal Presidente dell’Istituto, Massimo De Felice, nel corso di una conferenza stampa con il Ministro del Lavoro Giuliano Paoletti indetta proprio per la presentazione delle modalità di partecipazione alla procedura per l’assegnazione dei fondi.

Le aziende avranno tempo fino al prossimo 7 maggio 2015 per presentare i propri progetti e i finanziamenti saranno assegnati, fino a esaurimento, in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande. Quindi dal 3 marzo 2015 e fino alle ore 18,00 del 7 maggio 2015, le imprese registrate al sito INAIL hanno a disposizione un’applicazione informatica per la compilazione delle domande.

I 267 milioni di cui sopra rappresentano, dunque, la quinta tranche di un finanziamento complessivo pari a oltre un miliardo di euro che l’INAIL ha stanziato a partire dal 2010 per sostenere la realizzazione di progetti di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro o per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale da parte delle imprese.

Advertisement

Ha dichiarato sul punto il Presidente INAIL che “gli interventi finalizzati alla prevenzione, e che realizzano miglioramenti nei macchinari e nei processi organizzativi sono anche strumenti di crescita, perché contribuiscono ad aumentare l’efficienza e la produttività”. Non si tratta, inoltre, di un’iniziativa isolata, perché “il bando Isi è parte di un’articolata strategia di prevenzione, fondata sulle tecniche degli incentivi, coordinata con altre azioni incentivanti”. Ed al riguardo il Presidente dell’Istituto ha ricordato lo “sconto sui premi INAIL” per interventi di prevenzione aggiuntivi rispetto a quelli previsi per legge (OT24), che a partire dal 2009 è stato pari a circa 1,2 miliardi di euro, e il “bando a graduatoria FIPIT” (Finanziamenti alle Imprese per Progetti di Innovazione Tecnologica), per cui sono stati stanziati 30 milioni di euro a sostegno delle piccole e micro imprese.

Inoltre, come si legge nel comunicato stampa, i contenuti del bando Isi 2014 ricalcano quelli del bando precedente. In considerazione del persistere della difficile congiuntura economica, è stata mantenuta, in particolare, la maggiorazione al 65% della copertura dei costi di ogni progetto ammesso al finanziamento, per un importo compreso tra un minimo di cinquemila e un massimo di 130mila euro. Il limite minimo non è previsto, però, per le imprese che impiegano fino a 50 lavoratori che presentano progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. È stata confermata, inoltre, anche la possibilità di cumulare il contributo INAIL con i benefici derivanti da interventi pubblici di garanzia sul credito, come quelli gestiti dal Fondo di garanzia delle piccole e medie imprese e da ISMEA, mentre per valorizzare i progetti migliori è stato aggiornato il sistema di attribuzione dei punteggi, per renderli facilmente associabili a ciascun intervento previsto.

(Fonte: INAIL)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement