Advertisement

Istruzioni operative per la settima procedura di salvaguardia:

Il Ministero del Lavoro ha comunicato le istruzioni operative per la settima procedura di salvaguardia con la Circolare n. 36 del 2015 inviata alle DTL.

In merito ai lavoratori “salvaguardati” il Ministero del Lavoro rammenta che con la riforma del sistema previdenziale è stato portato a compimento il quadro elaborato dalla legge di riforma pensionistica del 1995, che ha ricevuto così la sua piena attuazione. Con l’obiettivo esplicito di consentire un ribilanciamento dei rapporti tra generazioni e contestualmente contribuire all’equilibrio dei conti pensionistici, sono state introdotte importanti modifiche al previgente sistema pensionistico fra cui:

  • l’estensione generale e immediata del metodo contributivo di calcolo delle pensioni;
  • l’abolizione delle pensioni di anzianità;
  • la progressiva armonizzazione dei requisiti di accesso ai trattamenti tra generi;
  • l’applicazione della indicizzazione dell’età di pensionamento all’aspettativa di vita.

Al riguardo si legge quanto segue nel comunicato del Ministero del Lavoro.

La Direzione Generale per le politiche previdenziali e assicurative rende disponibile la Circolare n. 36 del 31 dicembre 2015, contenente le istruzioni operative per le Direzioni territoriali del lavoro in relazione alla settima procedura di salvaguardia, prevista dalla legge 28 dicembre 2015, n. 208 (legge di stabilità 2016), pubblicata in Gazzetta Ufficiale – Serie Generale – n. 302 del 30 dicembre 2015 (S.O. n. 70/L), volta a favore di 26.300 soggetti (lavoratori in mobilità, prosecutori volontari, cessati dal lavoro, fruitori di congedo per assistenza a figli disabili), penalizzati dall’innalzamento dei requisiti di accesso alla pensione operato dalla riforma pensionistica di cui al d.l. 201/2011.

Advertisement

La Circolare è corredata, tra l’altro, dal modello di istanza che dovrà essere presentata dai lavoratori rientranti nelle categorie dettagliatamente descritte dall’articolo 1, comma 265, della legge n. 208 del 2015, come riportate nella medesima Circolare. Con questa settima operazione di salvaguardia salgono complessivamente a 172.466 i lavoratori tutelati, tenuti presenti i risultati provenienti dall’attività di monitoraggio e verifica relativa alle precedenti misure di salvaguardia.

Se volete approfondire consultare il testo della Circolare n. 36 del 2015 e i suoi documenti di accompagnamento (1. Accoglimento_Istanza_2015; 2. Dichiarazione sostitutiva di certificazione lettera c_2015; 3. Dichiarazione sostitutiva di certificazione lettera d_2015; 4. Dichiarazione sostitutiva di certificazione lettera e_2015; e 5. Modulo_Istanza_Salvaguardati_2015 6. Non_Accoglimento_Istanza_2015) semplicemente cliccando sui relativi link.

(Fonte: Ministero del Lavoro)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement