Advertisement

Con Delibera del Consiglio dei Ministri del 7.10.2020 è stato prorogato lo stato di emergenza covid-19 fino al 31 gennaio 2021 e ciò avrà conseguenze anche sullo smart working.

Contestualmente alla suddetta delibera, in pari data, è stato pubblicato sulla G.U. anche il D.L. 7 ottobre 2020. n. 125, contenente misure urgenti connesse alla proroga dello stato di emergenza, per la continuità operativa del sistema di allerta covid ed infine per l’attuazione della direttiva UE 2020/739.

Pertanto lo stato di emergenza che in primo momento era stato fissato al 15.10.2020 (DECRETO-LEGGE 30 luglio 2020, n. 83, convertito dalla Legge 25 settembre 2020, n. 124) è stato così prorogato al 31.1.2021.

Nonostante tale proroga però, il D.L. 7 ottobre 2020. n. 125, prevede che il termine ultimo per utilizzare lo smart working con procedura semplificata (e cioè senza necessità di accordo tra le parti ma con informativa sulla sicurezza da consegnare al lavoratore) viene differito anch’esso dal 15 ottobre al 31 dicembre 2020 (e non al 31.1.2021).

Advertisement

Decorsa tale data, infatti, i datori di lavoro saranno tenuti ad utilizzare la procedura ordinaria per utilizzare lo smart working che richiede, come ormai noto, la sottoscrizione di un accordo individuale tra datore di lavoro e lavoratore e la notifica al Ministero del lavoro (L.n. 81/2017).

Il riferimento del D.L. 125/2020 al 31 dicembre 2020, come riportato anche nelle FAQ del Ministero del Lavoro, è da intendersi quindi come limite massimo di applicazione della procedura semplificata, nel caso di proroghe allo stato di emergenza.

Sarà consentito infine anche ai c.d. lavoratori fragili (immunodepressi, malati oncologici e disabili) di rimanere in smart working “anche attraverso l’adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento, come definite dai contratti collettivi vigenti, o lo svolgimento di specifiche attività di formazione professionale anche da remoto”, come previsto dal maxiemendamento che contiene le modifiche al DECRETO-LEGGE 14 agosto 2020, n. 104 (Decreto Agosto) in sede di conversione in legge.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments