Advertisement

Ricongiunzione periodi assicurativi per i liberi professionisti:

L’INPS, con la Circolare n. 29 del 2016 sulla ricongiunzione periodi assicurativi per i liberi professionisti, ha fornito chiarimenti circa la rateizzazione degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel 2016.

Al riguardo si legge quanto segue nella Circolare n. 29/2016.

In base all’art.2, comma 3, della legge 05 marzo 1990 n.45, il pagamento dell’onere di ricongiunzione può essere effettuato ratealmente con la maggiorazione di un interesse annuo composto pari al tasso di variazione medio annuo dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertato dall’ISTAT con riferimento al periodo di dodici mesi che termina al 31 dicembre dell’anno precedente.

Ogni anno, con apposita circolare sono quindi fornitele tabelle dei coefficienti da utilizzare per i piani di ammortamento degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel corso dell’anno medesimo, aggiornati in base al tasso di variazione medio annuo dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertato dall’ISTAT per l’anno precedente a quello di riferimento (per le domande presentate nel corso dell’anno 2015 si veda la circolare n. 68 del 2.4.2015)

Advertisement

Ciò premesso, il tasso di variazione medio annuo dell’indice dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati accertato dall’ISTAT per il 2015 è negativo ed è pari a  -0,1%. Ne consegue che non può essere determinata alcuna maggiorazione a titolo di interessi degli oneri di ricongiunzione relativi alle domande presentate nel corso del 2016.

Si dispone pertanto che gli oneri di ricongiunzione relativi a domande presentate nel corso del corrente anno  2016, in applicazione del terzo comma dell’art. 2 della legge in oggetto, possono essere versati ratealmente senza applicazione di interessi per la rateizzazione.

Tanto premesso, si allegano:

 – le istruzioni per il corretto uso delle tabelle (all. 1);

– la tabella I/2016 – Ammontare della rata mensile costante posticipata per ammortizzare al tasso annuo composto dello 0,0% il capitale unitario da 2 a 120 mensilità (all. 2);

– la tabella II/2016 – Coefficienti per la determinazione del debito residuo in caso di sospensione del versamento delle rate mensili prima della estinzione del debito al tasso annuo dello 0,0% (all.3).

Allegato N.1

ISTRUZIONI ED ESEMPI

a) Determinazione della rata di ammortamento mensile nel caso di concessione della dilazione di pagamento dell’onere  di ricongiunzione.

L’importo della rata si determina moltiplicando l’ammontare del debito da rateizzare per il coefficiente riportato nella tabella I/2016 in corrispondenza del numero delle rate mensili concesse per l’ammortamento.

b) Determinazione del debito residuo da versare in unica soluzione nel caso in cui i pagamenti rateali vengano sospesi prima dell’estinzione del debito.

Il coefficiente per la determinazione del debito residuo deve essere ricercato nella tabella II/2016 in corrispondenza del numero delle rate che l’assicurato avrebbe dovuto ancora pagare per perfezionare l’operazione di ricongiunzione, numero di rate che è ricavato come differenza fra il numero delle rate mensili originariamente concesse ed il numero di mensilità già corrisposte. La somma da versare, riferita alla data di scadenza dell’ultima rata pagata, si determina moltiplicando l’importo della rata per il coefficiente sopra indicato.

Allegato N.2

Tab. I/2016 – Ammontare della rata mensile costante posticipata per ammortizzare al tasso annuo composto dello 0,0% un capitale unitario da 2 a 120 mensilità

Numero Importo mensile Numero Importo mensile Numero Importo mensile
rate della rata rate della rata rate della rata
1 41 0,024390244 81 0,012345679
2 0,500000000 42 0,023809524 82 0,012195122
3 0,333333333 43 0,023255814 83 0,012048193
4 0,250000000 44 0,022727273 84 0,011904762
5 0,200000000 45 0,022222222 85 0,011764706
6 0,166666667 46 0,021739130 86 0,011627907
7 0,142857143 47 0,021276596 87 0,011494253
8 0,125000000 48 0,020833333 88 0,011363636
9 0,111111111 49 0,020408163 89 0,011235955
10 0,100000000 50 0,020000000 90 0,011111111
11 0,090909091 51 0,019607843 91 0,010989011
12 0,083333333 52 0,019230769 92 0,010869565
13 0,076923077 53 0,018867925 93 0,010752688
14 0,071428571 54 0,018518519 94 0,010638298
15 0,066666667 55 0,018181818 95 0,010526316
16 0,062500000 56 0,017857143 96 0,010416667
17 0,058823529 57 0,017543860 97 0,010309278
18 0,055555556 58 0,017241379 98 0,010204082
19 0,052631579 59 0,016949153 99 0,010101010
20 0,050000000 60 0,016666667 100 0,010000000
21 0,047619048 61 0,016393443 101 0,009900990
22 0,045454545 62 0,016129032 102 0,009803922
23 0,043478261 63 0,015873016 103 0,009708738
24 0,041666667 64 0,015625000 104 0,009615385
25 0,040000000 65 0,015384615 105 0,009523810
26 0,038461538 66 0,015151515 106 0,009433962
27 0,037037037 67 0,014925373 107 0,009345794
28 0,035714286 68 0,014705882 108 0,009259259
29 0,034482759 69 0,014492754 109 0,009174312
30 0,033333333 70 0,014285714 110 0,009090909
31 0,032258065 71 0,014084507 111 0,009009009
32 0,031250000 72 0,013888889 112 0,008928571
33 0,030303030 73 0,013698630 113 0,008849558
34 0,029411765 74 0,013513514 114 0,008771930
35 0,028571429 75 0,013333333 115 0,008695652
36 0,027777778 76 0,013157895 116 0,008620690
37 0,027027027 77 0,012987013 117 0,008547009
38 0,026315789 78 0,012820513 118 0,008474576
39 0,025641026 79 0,012658228 119 0,008403361
40 0,025000000 80 0,012500000 120 0,008333333

Allegato N.3

Tab. II/2016 – Coefficienti per la determinazione del debito residuo nel caso di sospensione del versamento della rate mensili prima della estinzione del debito al tasso annuo dello 0,0%

Rate residue Coefficiente Rate residue Coefficiente Rate residue Coefficiente
1 1,000000000 41 41,000000000 81 81,000000000
2 2,000000000 42 42,000000000 82 82,000000000
3 3,000000000 43 43,000000000 83 83,000000000
4 4,000000000 44 44,000000000 84 84,000000000
5 5,000000000 45 45,000000000 85 85,000000000
6 6,000000000 46 46,000000000 86 86,000000000
7 7,000000000 47 47,000000000 87 87,000000000
8 8,000000000 48 48,000000000 88 88,000000000
9 9,000000000 49 49,000000000 89 89,000000000
10 10,000000000 50 50,000000000 90 90,000000000
11 11,000000000 51 51,000000000 91 91,000000000
12 12,000000000 52 52,000000000 92 92,000000000
13 13,000000000 53 53,000000000 93 93,000000000
14 14,000000000 54 54,000000000 94 94,000000000
15 15,000000000 55 55,000000000 95 95,000000000
16 16,000000000 56 56,000000000 96 96,000000000
17 17,000000000 57 57,000000000 97 97,000000000
18 18,000000000 58 58,000000000 98 98,000000000
19 19,000000000 59 59,000000000 99 99,000000000
20 20,000000000 60 60,000000000 100 100,000000000
21 21,000000000 61 61,000000000 101 101,000000000
22 22,000000000 62 62,000000000 102 102,000000000
23 23,000000000 63 63,000000000 103 103,000000000
24 24,000000000 64 64,000000000 104 104,000000000
25 25,000000000 65 65,000000000 105 105,000000000
26 26,000000000 66 66,000000000 106 106,000000000
27 27,000000000 67 67,000000000 107 107,000000000
28 28,000000000 68 68,000000000 108 108,000000000
29 29,000000000 69 69,000000000 109 109,000000000
30 30,000000000 70 70,000000000 110 110,000000000
31 31,000000000 71 71,000000000 111 111,000000000
32 32,000000000 72 72,000000000 112 112,000000000
33 33,000000000 73 73,000000000 113 113,000000000
34 34,000000000 74 74,000000000 114 114,000000000
35 35,000000000 75 75,000000000 115 115,000000000
36 36,000000000 76 76,000000000 116 116,000000000
37 37,000000000 77 77,000000000 117 117,000000000
38 38,000000000 78 78,000000000 118 118,000000000
39 39,000000000 79 79,000000000 119 119,000000000
40 40,000000000 80 80,000000000 120 120,000000000

(Fonte: INPS)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement