Advertisement

Ipotesi accordo CCNL equipaggio navi da pesca marittima:

Lo scorso 16 dicembre 2014 è stata siglata l’Ipotesi di Accordo per il CCNL applicato all’equipaggio imbarcato su navi da pesca marittima tra la Federpesca da una parte e la FAI – CISL, la FLAI CGIL e la UIL Pesca dall’altra, nonché le relative Tabelle contrattuali (oceanica, costiera locale, costiera ravvicinata, Mediterranea o d’altura) applicate a partire dallo scorso 1° gennaio 2015.

Il citato CCNL specifica che viene considerato membro dell’equipaggio anche il marittimo che non risulti, per atto pubblico, titolare del diritto di proprietà, di tutta o di una parte dell’imbarcazione su cui è imbarcato.

Le vari attività di pesca vengono così definite dal CCNL:

Advertisement

A – costiera locale entro le sei miglia

B – costiera ravvicinata entro le 20 miglia

C – mediterranea o d’altura oltre le 20 miglia

D – oceanica o oltre gli stretti.

Le parti firmatarie si sono impegnate a definire – entro il 30 giugno 2015 – una idonea certificazione, per attestare le prestazioni di lavoro a turno notturno a bordo ai soli fini del riconoscimento di detta attività come lavoro usurante per eventuali prestazioni previdenziali e assistenziali.

Inoltre, per quanto concerne l’orario di lavoro a terra (Pesca Mediterranea), il CCNL stabilisce che qualora l’equipaggio venga chiamato a prestare la sua opera a terra durante i lavori in cantiere, l’orario normale di lavoro è di 8 ore giornaliere con interruzione di 1 ora per la consumazione dei pasti. Qualora la durata dei lavori sia inferiore agli 8 giorni tutto l’equipaggio resterà imbarcato a tutti gli effetti.

L’aumento retributivo da riportare nella Tabella contrattuale del Minimo Monetario Garantito è fissato nel 5,8% così distribuito:

a decorrere dal 1° gennaio 2015: 3,5%

a decorrere dal 1° gennaio 2016: 2,3%

Tale aumento si rifletterà in contemporanea anche sulla retribuzione convenzionale per l’assicurazione infortuni.

Il CCNL regola poi l’Indennità di perdita di corredo, strumenti professionali ed utensili (Pesca oceanica); la Risoluzione del rapporto di lavoro, ove il termine di preavviso per il contratto a tempo indeterminato è fissato in 15 giorni per tutti i gradi e le categorie; la Disciplina delle Festività; gli Adeguamenti Professionali ove viene precisato che il lavoratore imbarcato come mozzo per 20 mesi acquisirà la qualifica di marinaio. E su tale ultimo articolo, le Parti firmatarie hanno convenuto di istituire, entro 60 giorni dalla sottoscrizione della suddetta Ipotesi di accordo, una commissione per valutare l’applicabilità dell’apprendistato a bordo, tenuto conto della peculiarità del settore pesca.

(Fonte: Federpesca)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement