Advertisement

Accesso e decadenza fruizione ASPI:

L’INPS, con la Circolare numero 180 del 23 dicembre 2014, ha informato gli interessati circa l’accesso e la decadenza dalla fruizione delle indennità di disoccupazione ASPI e mini-ASPI in caso di raggiungimento dei requisiti per il pensionamento, nonché la valutazione ai fini pensionistici della contribuzione figurativa accreditata a seguito della fruizione delle predette indennità.

In particolare, si legge nella Circolare n. 180/2014, che – per quanto concerne la decadenza dalla fruizione della indennità mensili di disoccupazione ASPI e mini- ASPI, l’art. 2, comma 40, lett. c) della L.n. 92/2012, prevede il “raggiungimento dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato”. La previsione normativa sopra richiamata, introdotta dalla L.n. 92/2012 cit., nell’ambito della disciplina delle “nuove” indennità di disoccupazione ASPI e mini-ASPI, differisce sostanzialmente dalle disposizioni previgenti in materia di indennità di disoccupazione ordinaria con requisiti normali e con requisiti ridotti.

Rispetto alle prestazioni da ultimo richiamate, l’art. 6, comma 7, del D.L. n. 148/1993, convertito dalla L.n. 236/1993, stabiliva infatti che “… i trattamenti ordinari e speciali di disoccupazione … sono incompatibili con i trattamenti pensionistici diretti a carico dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia ed i superstiti dei lavoratori dipendenti, degli ordinamenti sostitutivi, esonerativi ed esclusivi dell’assicurazione medesima, nonché delle gestioni speciali dei lavoratori autonomi…”.

Advertisement

Per effetto delle suddette disposizioni il soggetto decadeva dalla fruizione o non poteva accedere all’indennità di disoccupazione ordinaria (DS) dalla data di decorrenza della pensione di vecchiaia o di anzianità.

Dal 1° gennaio 2013, tra le ipotesi di decadenza dalle indennità di disoccupazione ASPI o mini-ASPI, il soprarichiamato art. 2, comma 40, della L.n. 92/2012 ha espressamente previsto il raggiungimento dei requisiti per il pensionamento di vecchiaia o anticipato.

Il quadro appena descritto ha reso necessaria una richiesta di chiarimenti indirizzata al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali volta ad ottenere una valutazione complessiva e coordinata dei rapporti fra la disciplina delle indennità di disoccupazione ASPI e mini-ASPI e la disciplina in materia pensionistica, in ordine al riconoscimento delle prestazioni in ambito ASPI ed al loro mantenimento in relazione ai trattamenti pensionistici.

In esito al riscontro fornito dal Ministero vigilante, con nota Prot. 29/0002862/P del 25/6/2014, l’INPS con la Circolare n. 180/2014 al cui contenuto si rinvia, richiama le tematiche di interesse e fornisce le necessarie istruzioni operative.

(Fonte: INPS)

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement