Advertisement

Aggiornamento tabella 2014 danno non patrimoniale

Il Tribunale di Milano ha aggiornato di recente i valori di liquidazione del danno non patrimoniale alla persona. I valori, confluiti nella Tabella 2014, sono aumentati rispetto a quelli contenuti nella Tabella 2013, ed in particolare è stato previsto fino ad un massimo di 145,00 euro per ogni giorno di inabilità assoluta (in modo personalizzato), mentre la misura ordinaria è stabilita in euro 96,00. Inoltre la rivalutazione per il 2013 comprende altresì l’adeguamento dei valori di liquidazione del danno per perdita del rapporto parentale (morte del congiunto).

L’Osservatorio sulla Giustizia Civile di Milano è intervenuta aumentando i suddetti valori di liquidazione del danno non patrimoniale alla persona, utilizzando il criterio degli indici ISTAT sull’incremento del costo della vita, costantemente utilizzato anche negli anni passati e che ha determinato un aumento pari allo 0,5634% .

Come è noto, l’importanza delle Tabelle del Tribunale di Milano è stata da sempre ribadita dalla Corte Suprema di Cassazione che le considera proprio il punto di riferimento per la Magistratura nel momento in cui si deve quantificare (non sempre agevolmente) l’entità del danno di natura non patrimoniale.

Advertisement

In particolare, le nuove Tabelle includono nell’adeguamento (aumento) dei valori in percentuale variabile anche il c.d. pretium doloris o “sofferenza soggettiva” e pertanto i valori sono così indicati:

dall’1% al 9% di invalidità: l’aumento è del 25% fisso;

dal 10% al 34% di invalidità: l’aumento è progressi per punto dal 26% al 50%;

dal 35% al 100% di invalidità: l’aumento resta al 50%.

Anche il risarcimento del danno non patrimoniale “temporaneo” è stato aggiornato, ed in particolare il punto di riferimento è costituito dal “giorno di invalidità temporanea al 100%” e gli importi variano tra un minimo di 96 euro per giorno alla chance di un aumento che può arrivare, sempre al giorno, sino ad un massimo (personalizzato) di euro 145,00.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement