Advertisement

Indennità di malattia a carico dell’Inps

Hanno diritto all’indennità giornaliera di malattia a carico dell’Inps i lavoratori occupati nei seguenti settori:

industria e artigianato:

  • operai e categorie assimilate, inclusi i lavoratori a domicilio ed esclusi gli impiegati, quadri e dirigenti, per i quali l’indennità è a carico del datore di lavoro;

    Advertisement

    commercio:

  • operai e categorie assimilate, impiegati (compresi i quadri), impiegati dipendenti da proprietari di stabili, portieri, viaggiatori, piazzisti, rappresentanti, dipendenti da partiti politici e organizzazioni sindacali e dirigenti;

    credito, assicurazione, servizi tributari appaltati:

  • salariati;

    agricoltura:

  • operai agricoli a tempo indeterminato salariati fissi, braccianti fissi o obbligati, operai agricoli a tempo determinato, salariati fissi (con contratto di durata inferiore ad un anno), braccianti avventizi ed assimilati, compartecipanti e piccoli coloni, impiegati e dirigenti.

Spetta altresì a:

  • soci di società ed enti cooperativi, qualora prestino la loro attività per conto delle società stesse;

  • lavoratori sospesi, appartenenti ai settori sopra elencati, a condizione che lo stato di malattia si verifichi entro 60 gg. dalla sospensione del rapporto di lavoro, ivi compresi anche i casi in cui sia sospesa l’attività aziendale per eventi meteorologici o temporanee crisi di mercato;

  • lavoratori che fruiscono di permessi non retribuiti di durata non superiore a 7 gg.;

  • lavoratori assunti con contratto di inserimento, appartenenti alle categorie dei predetti settori;

  • lavoratori dipendenti dall’appaltatore, considerando la categoria e la qualifica professionale di appartenenza (Inps, circ. 13 marzo 2006, n. 41);

  • apprendisti;

  • lavoratori distaccati, che restano dipendenti dell’azienda di origine;

  • lavoratori dello spettacolo;

  • lavoratori extracomunitari titolari di permesso di soggiorno per lavoro stagionale;

  • lavoratori addetti ai pubblici servizi di trasporto

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement