Advertisement

Distacchi transnazionali dei lavoratori, indicazioni INL:

Con la Circolare n. 1 del 2017 l’INL ha fornito le prime indicazioni operative al personale ispettivo in merito alle disposizioni sui distacchi transnazionali di cui al decreto legislativo n. 136 del 2016. In particolare la circolare 1/2017 contiene specifici chiarimenti per il settore del trasporto sul strada (v. anche Distacchi transnazionali in attesa della emanazione del decreto).

Al riguardo si legge quanto segue nella circolare 1/2017.

Il 22 luglio u.s. è entrato in vigore il D.Lgs. n. 136/2016, emanato in attuazione della Direttiva 2014/67/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 15 maggio 2014, concernente l’applicazione della Direttiva 96/71/CE relativa al distacco dei lavoratori nell’ambito di una prestazione di servizi e recante la modifica del Regolamento (UE) n. 1024/2012 sulla cooperazione amministrativa attraverso il Sistema di Informazione del Mercato Interno (IMI).

La finalità primaria perseguita dal Legislatore comunitario con l’emanazione della Direttiva 2014/67 (c.d. Enforcement) è stata quella di migliorare ed uniformare l’applicazione della Direttiva n. 96/71 (c.d. direttiva madre), superando le difficoltà oggettive rincontrate nei diversi Stati membri in ordine alla prevenzione e al contrasto delle pratiche di dumping sociale e di utilizzo abusivo ed elusivo dell’istituto del distacco transnazionale.

Advertisement

In tale ottica “antielusiva”, sono state introdotte nell’ordinamento interno le disposizioni di recepimento di cui al Decreto n. 136/2016, con l’obiettivo precipuo di impedire e contrastare, anche mediante una attività di vigilanza mirata ed efficace, la possibile gamma di pratiche illegali poste in essere da quelle imprese che traggono indebito o fraudolento vantaggio dalla libera prestazione di servizi sancita dall’art. 56 TFUE.

Il nuovo quadro normativo consente, altresì, di superare le più rilevanti problematiche emerse in fase di controllo ispettivo, afferenti in particolare alla mancata tracciabilità del fenomeno, atteso che sotto la previgente disciplina non era prevista alcuna forma di monitoraggio in ordine alle aziende e ai lavoratori coinvolti, né tantomeno specifici adempimenti in capo alle suddette aziende.

Si rinvia per tutte le informazioni sui distacchi transnazionali al testo integrale della Circolare n. 1 del 2017 disponibile cliccando sul link.

(Fonte: Ministero del Lavoro)

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement