Advertisement

Verifica regolarità contributiva per fruizione benefici:

L’INPS, con il Messaggio n. 3184 del 2016 ha informato gli interessati circa l’avvio del nuovo iter gestionale sulla verifica regolarità contributiva ai fini della fruizione dei benefici normativi e contributivi.

Relativamente alla verifica regolarità contributiva ai fini della fruizione dei suddetti benefici, si legge quanto segue nel Messaggio n. 3184/2016.

Con circolare n. 126/2015 sono state fornite le indicazioni operative relative al nuovo sistema di verifica della regolarità  contributiva attraverso la piattaforma durc on line.

Il consolidamento del sistema ha consentito, in  attuazione di quanto già anticipato con il  messaggio n. 3454 del 21/05/2015, di  pervenire all’allineamento dei sistemi di verifica utilizzati ai fini della definizione della condizione di regolarità, sancita dall’ art. 1 comma 1175 legge n. 296/2006, per la fruizione dei benefici normativi e contributivi previsti dalla normativa in materia di lavoro e di legislazione sociale.

Advertisement

Di conseguenza, a partire dal giorno 6 luglio 2016 l’Istituto ha avviato un’attività di interrogazione del sistema durc on line finalizzata alla registrazione dell’esito della verifica automatizzata sul Fascicolo Elettronico Aziendale (FEA).

In questa prima fase, l’interrogazione avverrà utilizzando la funzionalità di consultazione, al fine di utilizzare i durc on line già presenti ed in corso di validità.

Posto che il sistema del durc on line opera le interrogazioni sulla base del codice fiscale delle posizioni da sottoporre a verifica, la registrazione dell’esito nel FEA verrà effettuata a livello di semaforo master, su tutte le matricole associate al medesimo codice fiscale.

Al fine di agevolare l’immediatezza della consultazione da parte degli operatori, la definizione sul semaforo master avverrà, prossimamente, in caso di esito regolare, tramite accensione, esclusivamente lato intranet, di apposita colorazione azzurra, che sarà ulteriormente specificata con la registrazione, nella medesima sezione, della seguente dicitura:

“ Verifica della regolarità richiesta il gg/mm/aaaa  – Documento protocollo n° XXXXXXXX – scadenza validità GG/MM/AAAA”

Chiaramente, l’indicazione circa la scadenza di validità non sarà presente in caso di esito irregolare del documento “ verifica della regolarità contributiva” prodotto a seguito dell’interrogazione.

Per quanto attiene, invece, la vista internet del fascicolo,  il semaforo manterrà le consuete colorazioni.

Alla definizione dell’esito sul FEA seguirà l’automatico ricalcolo delle relative note di rettifica giacenti in Gestione Contributiva, in stato emesso, per le quali non sia stata notificata la PEC nei due precedenti invii  e per le quali, di conseguenza, sul fascicolo non sia presente un semaforo “rosso lucchettato” per il periodo corrispondente.

Tale operazione, come detto avviata il 6 luglio, si prevede possa concludersi entro il mese di settembre e non richiede, in questa fase, alcun tipo di attività gestionale da parte degli operatori di sede.

Successivamente, si avvierà l’attività di interrogazione del sistema durc online con l’inserimento delle richieste di verifica da parte di Gestione Contributiva  relativamente alle posizioni non ancora definite.

Con successivo messaggio, saranno fornite le necessarie istruzioni per il corretto utilizzo delle funzionalità che verranno implementate nella procedura durc on line

(Fonte: INPS)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement