Advertisement

Fondo di Solidarietà Bilaterale Alternativo settore Artigianato:

È stato siglato lo scorso 10 dicembre l’Accordo sul Fondo di Solidarietà Alternativo per il settore Artigianato, alternativo ai Fondi costituito presso l’INPS e in attuazione delle disposizioni di cui al d.lgs. n. 148 del 2015 e che riguarderà le imprese, anche con meno di 6 dipendenti, che non rientrano nel campo di applicazione della Cassa Integrazione Guadagni Ordinaria e Straordinaria – CIGO e CIGS.

L’Accordo prevede che il suddetto Fondo erogherà la prestazione di un assegno ordinario di durata e misura pari all’assegno di cui all’art. 30 d.lgs. n. 148/2015 e l’assegno di solidarietà (art. 31 d.lgs. n. 148/2015), nel limite unico del vigente massimale mensile pari a 971,71 euro e successivi adeguamenti.

La durata delle suddette prestazioni sono le seguenti:

  • 13 settimane di assegno ordinario;
  • 26 settimane di assegno di solidarietà.

Tali prestazioni non possono cumularsi e, nel biennio mobile, sono alternative tra loro.

Advertisement

In relazione alle causali di intervento l’Accordo prevede quanto segue.

Ai dipendenti delle imprese di cui sopra che, in presenza di accordi sindacali, siano sospesi dal lavoro o effettuino prestazioni di lavoro a orario ridotto, è corrisposto l’assegno ordinario nei seguenti casi:

  1. situazioni aziendali dovete a eventi transitori e non imputabili all’impresa o ai dipendenti, ivi comprese le situazioni climatiche;
  2. situazioni temporanee di mercato.

Ai dipendenti delle imprese sopra indicate è riconosciuto, in presenza di accordo sindacale, l’assegno di solidarietà in caso di riduzione dell’orario di lavoro finalizzata ad evitare licenziamenti plurimi individuali per giustificato motivo.

Pertanto, a partire dal 1° gennaio 2016 la nuova contribuzione al Fondo di Solidarietà Alternativo dell’Artigianato a carico delle imprese è pari allo 0,45% inglobando la quota parte a sostegno della bilateralità già raccolta e destinata al FSBA. Tale quota sarà incrementata di una ulteriore quota dello 0,15% a carico dei lavoratori con trattenuta in busta paga a partire dal 1° luglio 2016.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement