Advertisement

Estratto Conto Dipendenti Pubblici:

L’INPS, con la Circolare n. 124 del 24 giugno 2015, ha informato gli interessati circa l’Estratto Conto dei Dipendenti Pubblici e l’invio delle comunicazioni personali a un primo contingente di iscritti alla Cassa Enti Locali.

Al riguardo si legge quanto segue nella Circolare n. 124/2015.

Con le circolari n. 49 del 3 aprile 2014 e n. 148 del 21 novembre 2014 sono state definite le modalità operative per il consolidamento della banca dati delle posizioni assicurative degli iscritti alla Gestione Dipendenti Pubblici: esse prevedono un’ attività preventiva di sistemazione delle posizioni effettuata dalle sedi Inps su lotti di lavorazione ed il successivo coinvolgimento degli iscritti con la consultazione dell’Estratto Conto.

Advertisement

Nello specifico, sul primo lotto di circa 500.000 posizioni di dipendenti di enti locali, l’eliminazione delle incongruenze relative ai periodi di servizio e agli imponibili contributivi è stata effettuata con l’utilizzo delle informazioni presenti nelle banche dati a disposizione dell’Istituto, superando il modello di verifica e messa a punto della posizione assicurativa solo a ridosso dell’erogazione delle prestazioni pensionistiche e previdenziali, su dati certificati dagli enti datori di lavoro.

Completata la fase di sistemazione preventiva del primo lotto di posizioni, prende ora avvio la fase di inoltro delle comunicazioni individuali agli iscritti; considerata l’entità dell’operazione, essa procederà per contingenti successivi.

Il primo contingente di invii interessa circa 200.000 iscritti e i rispettivi enti datori di lavoro.

  1. L’Estratto Conto Informativo: disponibilità on line e modalità di accesso informatico

Attraverso l’Estratto Conto Informativo, l’Istituto vuole far conoscere agli iscritti della Gestione Dipendenti Pubblici (ex Inpdap) la consistenza del proprio conto assicurativo (i periodi di servizio utili al trattamento pensionistico, con le relative retribuzioni imponibili successive al 31 dicembre 1992). Ciò allo scopo di mettere a disposizione degli interessati tutte le informazioni indispensabili per una valutazione consapevole della propria situazione previdenziale e per coinvolgerli nel perfezionamento del conto attraverso lo strumento della Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA).

La RVPA dovrà essere inoltrata qualora il documento informativo contenga lacune o inesattezze, relative a periodi di servizio o a retribuzioni imponibili, ovvero in tutti quei casi in cui è necessario un approfondimento istruttorio da parte dell’Istituto.

La presenza di note specifiche a margine di un periodo esposto sull’Estratto Conto Informativo è indice di criticità sulle informazioni presenti nella banca dati dell’Istituto, e sulle quali in particolare il cittadino è invitato ad effettuare le opportune verifiche.

L’attento esame dell’estratto dovrà, in ogni caso, essere effettuato dall’interessato anche in assenza di particolari note o segnalazioni.

Gli interessati sono pertanto invitati a:

  • leggere con attenzione il contenuto integrale dell’Estratto Conto;
  • considerare il valore solo informativo e non certificativo dei dati ivi contenuti;
  • proporre, nel caso della presenza di errori e inesattezze, una Richiesta di Variazione della Posizione Assicurativa (RVPA).

 Si rinvia, per il resto delle informazioni, al contenuto della Circolare n. 124/2015 e ai suoi allegati (Allegato n. 1: Estratto conto dei dipendenti pubblici e Allegato n. 2: Istruzioni INPS) pubblicati unitamente al presente articolo.

(Fonte: INPS)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement