Advertisement

Rivalutazione assegno nucleo familiare numeroso e maternità:

Sulla G.U. n. 24 del 30 gennaio 2015, è stato pubblicato il Comunicato relativo alla rivalutazione, ai sensi dell’art. 13, commi 1 e 3, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159, per l’anno 2014, della misura e dei requisiti economici dell’assegno per il nucleo familiare numeroso (art. 56 della L.n. 448/1998) e dell’assegno di maternità.

In particolare, si legge sul Comunicato di cui sopra quanto segue:

Con il comunicato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 20 febbraio 2014 è stato reso noto che la variazione nella media dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, calcolato con le esclusioni di cui alla legge 5 febbraio 1992, n. 81, da applicarsi per l’anno 2014 ai sensi dell’art. 65, comma 4, della legge 23 dicembre 1998, n. 448 (assegno al nucleo familiare numeroso) e dell’art. 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 151 (assegno di maternità) è pari al 1,1 per cento (Comunicato ufficiale dell’ISTAT del 14 gennaio 2014).

Advertisement

Con l’art. 13 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159 sono state stabilite le nuove soglie ISEE.

I commi 1 e 3 dell’art. 13 del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159 prevedono la rivalutazione delle soglie sulla base della variazione nel 2013 dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.

Pertanto:

a) l’assegno mensile per il nucleo familiare ai sensi dell’art. 65 della legge 23 dicembre 1998, n. 448 e successive modifiche e integrazioni, da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2014, se spettante nella misura intera, è pari a € 141,02; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a € 8.538,91;

b) l’assegno mensile di maternità ai sensi dell’art. 74 della legge 26 marzo 2001, n. 151, da corrispondere agli aventi diritto per l’anno 2014, per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento, se spettante nella misura intera, è pari a € 338,21; per le domande relative al medesimo anno, il valore dell’indicatore della situazione economica equivalente è pari a € 16.921,11.

Su indicazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali si comunica che:

Le nuove soglie ISEE rivalutate, si applicano esclusivamente alle prestazioni riferite all’anno 2014, ma la cui domanda sia stata presentata sulla base di una dichiarazione sostitutiva unica sottoscritta successivamente al 1° gennaio 2015 secondo le modalità previste dal decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159.

(Fonte: Gazzetta Ufficiale)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement