Advertisement

Sottoscritto accordo ponte CCNL artigiani

È stato sottoscritto un Accordo-Ponte per il rinnovo del CCNL artigiani (area meccanica dell’artigianato), nell’incontro svoltosi a Roma lo scorso 15 gennaio 2015 tra le delegazioni di FIM, FIOM, UILM e le delegazioni delle Organizzazioni dell’artigianato in rappresentanza del settore metalmeccanico, orafo e odontotecnico. Le parti hanno convenuto di sottoscrivere un accordo di transizione riguardante una parte dei contenuti economici e normativi nell’ambito della trattativa per il rinnovo del CCNL scaduto il 31 dicembre 2012.

In particolare, l’accordo ponte così sottoscritto regola la materia dell’apprendistato e adegua la durata di tale contratto alle nuove previsioni legislative entrate in vigore nel 2011 e modificate successivamente nel 2014 e ridefinisce altresì la relativa progressione economica.

L’accordo ponte prevede poi una erogazione economica una tantum di 420 euro a copertura del periodo di carenza contrattuale 2013-2014. Tale importo verrà erogato ai lavoratori del settore in forza alla data della sottoscrizione e in relazione alla durata del rapporto di lavoro nel periodo che va dal gennaio 2013 al dicembre 2014 e corrisposto in quattro tranche di 105 euro ciascuna, rispettivamente con le retribuzioni di gennaio, aprile, luglio e ottobre 2015. Tale una tantum sarà erogata nella misura del 70% e con i medesimi criteri anche agli apprendisti.

Advertisement

L’una tantum sarà inoltre ridotta proporzionalmente per i casi di servizio militare, assenza facoltativa “post partum”, part-time, sospensioni per mancanza di lavoro concordate. Inoltre l’importo dell’una tantum è stato quantificato considerando in esso anche i riflessi sugli istituti di retribuzione diretta e indiretta, di origine legale o contrattuale, ed è quindi comprensivo degli stessi. Esso non incide sugli istituti contrattuali direttivi e differiti, ivi incluso il TFR. Secondo una consolidata prassi negoziale tra le parti gli importi eventualmente già corrisposti a titolo di futuri miglioramenti contrattuali vanno considerati a tutti gli effetti anticipazioni degli importi di una tantum indicati nell’accordo ponte di cui sopra. Pertanto, tali importi dovranno essere detratti dalla stessa una tantum fino a concorrenza. In considerazione di quanto sopra tali importi cessano di essere corrisposti con la retribuzione relativa al mese di gennaio 2015.

A partire dal prossimo 11 febbraio 2015 saranno riprese le trattative per il rinnovo del contratto dell’area meccanica dell’artigianato.

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement