Advertisement

Garanzia giovani siglato protocollo intesa

È stato siglato il 24 luglio 2014 il protocollo d’intesa tra il Ministero del Lavoro, in persona del Ministro Giuliano Paoletti, la Confprofessioni (Confederazione Italiana delle Libere Professioni) in persona del Presidente Gaetano Stella e l’Adepp (Associazione degli Enti Previdenziali Privat) in persona del Presidente Andrea Camporese, che coinvolgerà l’orientamento, i tirocini, l’apprendistato e l’avvio di attività professionali tra i giovani. È quanto reso noto dal Ministero del Lavoro con un comunicato stampa dello scorso 24 luglio 2014.

L’obiettivo che il protocollo si propone riguarda la definizione di un quadro di collaborazione con l’azione del Governo, delle Regioni e delle altre Pubbliche Amministrazioni coinvolti nell’attuazione del programma “Garanzia Giovani”, attraverso azioni “volte a favorire l’inserimento dei giovani negli studi professionali anche mediante la realizzazione di iniziative di promozione e comunicazione del programma nell’ambito degli studi professionali, coinvolgendo sul territorio le delegazioni regionali di Confprofessioni; l’elaborazione di previsioni a medio termine delle figure professionali richieste dagli studi professionali“.

Si legge nel comunicato stampa che “conformemente alla comunicazione europeaNew skills for new jobs“, che lancia un’iniziativa volta ad anticipare e combinare i nuovi fabbisogni formativi rispetto alle mutevoli esigenze del mercato del lavoro, Confprofessioni, unitamente ad Adepp, intende promuovere, anche nell’ambito di un processo di certificazione delle competenze, azioni volte a prevenire il fenomeno di mismatch tra domanda e offerta di lavoro, mediante una rilevazione dei fabbisogni professionali del settore di riferimento e la mappatura delle relative competenze; delineare possibili nuove figure professionali all’interno del sistema di classificazione e inquadramento del personale”.

Advertisement

In particolare il protocollo così siglato, come sopra si è detto, prevede azioni in materia di orientamento, tirocini, apprendistato e altresì per l’avvio di attività professionali, ed in particolare:

Orientamento:

Confprofessioni “intende promuovere, di intesa con le pubbliche amministrazioni competenti, momenti di formazione e informazione rivolti ai giovani riguardanti percorsi formativi, dinamiche del mercato del lavoro e sbocchi professionali nel settore delle professioni, strumenti e metodi per l’ingresso nel mercato del lavoro“;

Adepp invece “metterà a disposizione le proprie analisi e rilevazioni sul mercato delle libere professioni al fine di anticipare i mutamenti e i fabbisogni di professionalità e di competenze“.

Tirocini:

Confprofessioni “si impegna promuovere e favorire l’attivazione dell’offerta di tirocini formativi e di orientamento di qualità mediante una piena valorizzazione della loro componente formativa; e a promuovere, laddove possibile, la certificazione dei tirocini e delle competenze acquisite durante l’esperienza di tirocinio“.

Apprendistato:

Confprofessioni “si impegna a promuovere la sottoscrizione di appositi accordi a livello nazionale o di contrattazione di secondo livello che rendano pienamente operativo l’apprendistato per la qualifica e il diploma professionale; a promuovere una maggior diffusione dell’apprendistato professionalizzante o di mestiere presso i propri associati, con azioni di supporto e di assistenza nella progettazione di percorsi di apprendistato di qualità coordinate a livello nazionale e locale; a promuovere intese nazionali o di contrattazione di secondo livello per l’avvio di percorsi di apprendistato di alta formazione o di ricerca; a promuovere la disciplina dell’apprendistato per l’accesso alle professioni ordinistiche e per altre esperienze professionali“.

Infine, si legge nel comunicato stampa, Confprofessioni e Adepp si impegnano a promuovere a promuovere, tra i destinatari del programma “Garanzia per i Giovani”, anche con progetti congiunti, percorsi di avvio alla libera professione attraverso la valorizzazione delle società tra professionisti. Saranno quindi attivate a livello regionale, unitamente al Ministero del Lavoro, iniziative per il sostegno a progetti per l’autoimprenditorialità e l’autoimpiego nell’ambito libero professionale. (Fonte: Ministero del Lavoro)

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement