Advertisement

Istanza trattazione innanzi alla Corte di Appello

Nell’articolo dedicato alle Novità introdotte dal D.L. 22 dicembre 2011 n. 212 al processo civile, pubblicato nel sito sotto la Sezione “Professionisti”, si è visto che la novità di maggior rilievo riguarda l’onere a carico della parte (sia avvocato che parte assistita), del deposito di una istanza dalla quale risulti la persistenza dell’interesse alla trattazione e definizione dei processi civili pendenti sia innanzi alla Corte di Appello che innanzi alla Corte Suprema di Cassazione. Tale istanza deve necessariamente essere depositata entro il  termine semestrale decorrente dal 1° gennaio 2012, pena l’estinzione del processo.
L’istanza da proporre innanzi alla Corte di Appello potrebbe avere il  contenuto seguente:

ECC.MA CORTE DI APPELLO DI [completare]
SEZ. [completare] – Giudice [completare]  – R.G. [completare]
ISTANZA DI TRATTAZIONE EX ART. 26 L.N. 183/2011
(come modificato dall’art. 14 del D.L. N. 212/2011)

del sig. [completare], nato a  [completare], il  [completare], C.F.  [completare], rappresentato e difeso dall’avv. [completare],
(appellante)
contro
il sig. [completare], rappresentato e difeso dall’avv. [completare];
(appellato)
* * *
Il sig. [completare] espone quanto segue:

– con atto di citazione notificato il [completare: ovviamente la data dovrà essere antecedente al 1° gennaio 2009, ossia tre anni prima dell’entrata in vitore della L.n. 183/2011] il sig. [completare] conveniva in giudizio il sig. [completare] innanzi alla Corte di Appello di [completare] per chiedere la riforma della sentenza n. [completare] resa dal Tribunale di [completare], in data [completare].

– il sig. [completare] è difeso, come sopra, dall’avv. [completare].

Advertisement

Poichè il procedimento in epigrafe indicato, n. R.G. [completare], pendente innanzi alla [completare], rientra nella previsione di cui all’art. 26 della Legge 12 novembre 2011 n. 184, come modificato dall’art. 14 del D.L. N. 212/2011,
il sig. [completare]
DICHIARA
la persistenza dell’interesse alla trattazione, prosecuzione e definizione del procedimento indicato in epigrafe.
[completare con luogo e data]

Sig. [completare]
————————-
E’ autentica:
Avv. [completare]
————————-

N.B.: l’Istanza deve essere sottoscritta dalla parte, autenticata da parte del legale che l’assiste.

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement