Advertisement

Si tratta di una particolare indennità che viene riconosciuta dall’Inps a coloro che prestano la loro opera nel settore dell’agricoltura e che risultano iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli.

Tale indennità viene corrisposta in base al numero delle giornate lavorate con il limite massimo di 365 giornate annue.

Pertanto nello specifico tale indennità spetta a:

  • piccoli coltivatori diretti;

    Advertisement
  • piccoli coloni;

  • operai a tempo determinato;

  • operai agricoli a tempo indeterminato (che hanno lavorato almeno per una parte dell’anno);

  • compartecipanati familiari

Si evidenzia che tale indennità non spetta ai lavoratori extracomunitari in possesso di permesso di soggiorno per lavoro stagionale.

La disoccupazione agricola con requisiti ridotti spetta invece a quei lavoratori agricoli che:

  • abbiano almeno 78 giorni di lavoro (ivi comprese malattia e/o maternità);

  • non siano soci di cooperativa agricola.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement