Advertisement

Mansioni nuove, spetta al lavoratore provare la mancata equivalenza: 

La Corte di Cassazione, con la ordinanza 30602 del 2017, ha precisato che se le mansioni nuove rientrano “nello stesso livello di qualifica spetta al lavoratore dimostrare la mancata equivalenza, rispetto alle specifiche caratteristiche e capacità professionali acquisite che il nuovo ruolo avrebbe del tutto annullato” (dal Quotidiano del Diritto del Sole 24 Ore del 21.12.2017; P. Manciocchi).

Ma vediamo nel dettaglio i fatti di causa.

La Corte di Appello di Ancona, in riforma parziale della sentenza del Tribunale di Ascoli Piceno, aveva accolto la domanda di … dipendente della società controricorrente per cassazione, riconoscendo il superiore inquadramento e il risarcimento danno professionale per demansionamento e rigettando la domanda di risarcimento del danno biologico.

Infatti, ad avviso della Corte territoriale le mansioni a cui era stato adibito il lavoratore non rientravano nel livello superiore 3° rivendicato, ma nel 3° livello di inquadramento posseduto, perché il lavoratore non aveva svolto quell’attività complessa di carattere tecnico per l’esecuzione della quale, secondo la declaratoria contrattuale, si richiedono “una preparazione professionale specifica ed un consistente periodo di pratica lavorativa”, attività che è svolta in assenza di livelli di coordinamento esecutivo e in condizioni di autonomia operativa e facoltà di iniziativa. Per la Corte l’attività svolta dal … di controllo dei parametri delle farine consegnate, con elaborazione del campione da immettere nel macchinario e le altre attività di lettura, trascrizione e sommatoria dei dati numerici, come anche la trascrizione grafica dei risultati o l’apprezzamento visivo della congruenza del poligono, costituivano attività complesse da ricondurre alla declaratoria 3°.

Advertisement

Avverso la sentenza della Corte di Appello di Ancora aveva proposto ricorso per cassazione il lavoratore, che veniva però rigettato dalla Corte Suprema con ordinanza 30602/2017 di cui sopra e condanna altresì alle spese di lite.

Per saperne di più sul principio reso dalla Corte Suprema in tema di assegnazione a mansioni nuove ed onere della prova a carico del lavoratore, consultare la ordinanza 30602 del 2017 disponibile cliccando sul link.

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement