Advertisement

ASDI chiarimenti su assegno disoccupazione:

Con il comunicato di oggi (18.1.2016) il Ministero Lavoro ha fornito chiarimenti sull’ASDI – l’assegno di disoccupazione, relativamente alla nuova sezione online rivolta ai Centri per l’impiego.

Al riguardo si legge quanto segue nel suddetto comunicato.

Il decreto che disciplina l’attuazione dell’ASDI è di imminente pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Come già comunicato con la Nota n. 6704 del 2015, condizione necessaria per l’erogazione della nuova misura è l’aver sottoscritto il “Progetto personalizzato” presso i competenti Centri per l’Impiego.

Advertisement

Come noto, sulla materia è intervenuto il D.lgs. n. 150 del 2015 che ha previsto analogo “Patto di servizio personalizzato”, non solo ai fini della concessione dell’ASDI, ma anche per i beneficiari della NASpI, misura che, come è noto, deve necessariamente precedere l’ASDI. Pertanto, nonostante il decreto attuativo in materia di ASDI non sia ancora stato pubblicato e l’entrata in vigore sia prevista per i primi giorni di febbraio, è possibile che i potenziali beneficiari dell’ASDI abbiano già sottoscritto il patto o siano in procinto di farlo.

Al fine di agevolare la successiva erogazione della misura da parte dell’INPS, appare pertanto opportuno consentire sin da subito ai Centri per l’impiego di caricare i “Progetti personalizzati” già sottoscritti.

A tal fine è stata messa online la nuova sezione per la “Comunicazione ASDI” accessibile agli operatori dei Centri per l’Impiego nella relativa area riservata di Cliclavoro.

I Centri per l’Impiego dovranno così comunicare, da oggi e in via esclusivamente telematica, le informazioni legate al Progetto personalizzato sottoscritto dai beneficiari ed agli eventi modificativi.

La citata Nota n. 6704 del 2015 illustra le modalità operative con cui dovrà essere inviata tale comunicazione, i cui dati saranno trasmessi tramite cooperazione applicativa all’INPS che si occupa del riconoscimento e dell’erogazione del beneficio.

Si precisa che la comunicazione non costituisce richiesta del beneficio. A tal fine bisognerà attendere l’entrata in vigore del decreto e l’emananda circolare INPS che stabilirà le modalità di presentazione della domanda. Risultano pertanto prive di fondamento le notizie pubblicate a mezzo stampa secondo le quali dall’11 gennaio sia possibile richiedere la prestazione.

(Fonte: Ministero del Lavoro)

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement