Advertisement

Incentivi cooperative piccole e medie dimensioni:

Il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 2 del 3 gennaio 2015, il Decreto 4 dicembre 2014 che istituisce un nuovo regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di società cooperative di piccola e media dimensione.

La finalità di tale intervento è altresì quelli di favorire lo sviluppo economico e la crescita dei livelli di occupazione nel Paese anche mediante l’istituzione di un apposito regime di aiuto finalizzato a promuovere la nascita e lo sviluppo di società cooperative.

I soggetti ammessi alle agevolazioni sono le società cooperative:

Advertisement

a) regolarmente costituite e iscritte nel Registro delle imprese;

b) che si trovano nel pieno e libero esercizio dei propri diritti e che non sono in liquidazione volontaria o sottoposte a procedure concorsuali.

In particolare, le agevolazioni sono concesse al fine di sostenere:

a) sull’intero territorio nazionale, la nascita di società cooperative costituite, in misura prevalente, da lavoratori provenienti da aziende in crisi, di società cooperative sociali di cui alla legge 8 novembre 1991, n. 381 e successive integrazioni e modificazioni e di società cooperative che gestiscono aziende confiscate alla criminalità organizzata;

b) nei territori delle Regioni del Mezzogiorno, oltre a quanto previsto alla lettera a), lo sviluppo o la ristrutturazione di società cooperative esistenti.

Nello specifico per la realizzazione di tali obiettivi, le società finanziarie sono autorizzate a concedere finanziamenti a tasso agevolato alle società cooperative come sopra indicate.

Tali finanziamenti, poi, nello specifico presentano le seguenti caratteristiche:

  • hanno una durata massima, comprensiva dell’eventuale periodo di preammortamento, di 10 anni;
  • sono rimborsati secondo un piano di ammortamento a rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31 maggio e il 30 novembre di ogni anno, stesse scadenze per gli interessi di preammortamenti;
  • il tasso di interesse è pari al 20% del tasso di riferimento vigente alla data di concessione delle agevolazioni, fissato sulla base di quello stabilito dalla Commissione Europea; tale tasso agevolato non potrà essere inferiore allo 0,8%;
  • sono concessi per un importo non superiore a 4 volte il valore della partecipazione detenuta dalla società finanziaria nella società cooperativa beneficiaria e, in ogni caso, per un importo non superiore a euro 1.000.000;
  • nel caso vengano concessi a fronte di investimenti, possono coprire fino al 100% dell’importo del programma di investimento.

Per il resto delle informazioni, si rimanda al contenuto del Decreto del 4.12.2014 allegato al presenta articolo.

(Fonte: Gazzetta Ufficiale)

 

Commenti

commenti

Powered by Facebook Comments

Advertisement