Tag: handicap grave

Total 4 Posts

Congedo parentale comunicazione datoriale

Questa comunicazione viene utilizzata dal datore di lavoro per concedere al dipendente il congedo parentale previsto dalla L.n. 53/2000. Possono usufruire di tali permessei quei lavoratori che sono in grado di documentare l’esistenza di gravi motivi familiari relativi a parenti ed affini entro il terzo grado.  Al verificarsi di tali situazioni il datore di lavoro deve obbligatoriamente pronunciarsi entro 10 giorni dalla richiesta da parte del lavoratore della fruizione del congedo parentale. Inoltre il datore di lavoro ha l’onere di allegare i motivi che giustificano l’eventuale rifiuto. Durante la fruizione di tali congedi il lavoratore ha diritto alla conservazione del posto ma non alla retribuzion, né al computo del suddetto periodo nell’anzianità di servizio, né ai fini retributivi.  Il datore di lavoro che, senza giustificato motivo, rifiuta di concedere al lavoratore richiedente il congedo incorre nell’obbligo di risarcirgli il danno. Se non è prevista una durata minima del congedo, il lavoratore può riprendere anticipatamente il lavoro, dandone preventiva comunicazione al datore di lavoro. Per ulteriori informazioni consulta la Sezione “Lavoratori” del Sito dedicata appositamente ai congedi parentali.

Riposi e permessi per i figli con handicap grave

La normativa a tutela della maternità e della paternità consente ai genitori, naturali, adottivi o affidatari, di bambini con handicap grave, di usufruire, o del prolungamento del periodo di congedo parentale fino a tre anni o in alternativa due ore di permesso giornaliero retribuito fino al compimento del terzo anno di vita del bambino (art. 42 T.U.e art. L.n. 53/2000). Laddove l’handicap grave si verifica quando “la minorazione, singola o plurima, abbia ridotto l’autonomia personale in modo da rendere necessario un intervento assistenziale permanente, continuativo e globale nella sfera individuale o in quella di relazione“, secondo la definizione che ne dà l’art. 3, comma 3, della L.n. 104/92.