Occupazione Sud prorogati i termini per il recupero del bonus

Occupazione Sud prorogati i termini per il recupero del bonus:

L’INPS, con il Messaggio 3877 del 2017, ha reso noto che sono stati prorogati i termini per il recupero del bonus Occupazione Sud da parte dei datori di lavoro a causa delle difficoltà nell’aggiornamento degli archivi sullo stato di disoccupazione dei lavoratori dell’ANPAL.

Le aziende quindi avranno a disposizione più tempo per effettuare il conguaglio del beneficio, infatti le somme a credito potranno essere utilmente inserite nel flusso contributivo di competenza del mese di ottobre 2017 la cui trasmissione per via telematica dovrà avvenire entro il 30 novembre 2017. L’ammontare del bonus Occupazione Sud relativo ai mesi di competenza da gennaio ad agosto 2017 potrà essere inserito nell’elemento <ImportoArrIncentivo>.

Come è noto il bonus Occupazione Sud consiste in esonero contributivo, fino al tetto massimo annuale di € 8.060,00 per lavoratore (escluso il premio INAIl), per ogni assunzione o trasformazione a tempo indeterminato di un contratto a termine. Del bonus Occupazione Sud potranno fruire i datori di lavoro che operano nelle seguenti Regioni: Basilicata, Campania, Calabria, Puglia e Sicilia (meno sviluppate) e Abruzzo, Molise e Sardegna (in transizione). Occupazione Sud spetta anche per le assunzioni e/o trasformazioni – anche in somministrazione – di disoccupati nella fascia di età compresa tra i 16 e i 24 anni e 364 giorni e/o per coloro che hanno dai 25 anni in poi, disoccupati e privi di un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi. Tale status deve essere certificato – come è noto – dall’ANPAL. Giova ricordare sul punto che, a partire dal 1° dicembre 2017, la procedura per l’accertamento dello stato di disoccupazione sarà modificata e verrà riconosciuto solo se nella scheda anagrafica professionale (Sap) è presente il codice identificativo della dichiarazione di disponibilità telematica (DIDonline) rilasciata dal lavoratore.

Rientrano nelle agevolazioni anche i mantenimenti in servizio dei contratti di apprendistato professionalizzante e gli inserimenti di soci di cooperative con rapporto di lavoro subordinato.

Occupazione Sud, inoltre, rientra nel “de minimis”, a meno che l’assunzione non generi un incremento occupazionale netto. Infine si rammenta che tale bonus non è cumulabile con altri incentivi di natura economica o contributiva ed è altresì condizionato alla regolarità della posizione contributiva, al rispetto della normativa in materia di lavoro e sicurezza sociale e dei principi generali in materia di incentivi all’occupazione.

 

Comments

comments

Leave a Reply

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: